Mese: Febbraio 2020

Un’avventura è un’avventura e noi non desistiamo

Ci sono persone che sostengono che certi segnali non vadano ignorati… ma noi del gruppo Panda Raid Verona non lo sappiamo.

Dopo lunghi mesi passati a organizzare i nostri impegni personali e professionali, portare a termine tutte le pratiche burocratiche, preparare e mettere a punto le Panda per attraversare il deserto… a dieci giorni dalla partenza siamo incappati nelle difficoltà legate alla “Ordinanza contingibile e urgente n.1 del Ministero della Salute di intesa con il Presidente della Regione Veneto sulle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 (il cosiddetto Coronavirus)”.

Siamo quindi costretti a cancellare l’evento ufficiale di presentazione degli equipaggi inizialmente previsto per sabato 29 febbraio in Piazza Bra. Avremmo salutato tutti di persona molto volentieri, ma contiamo sulla vostra comprensione e vi chiediamo una presenza “digitale” in termini di Like. 🙂

Le autorità marocchine hanno appena reso noto in via ufficiale che sono stati introdotti controlli termici sistematici per i passeggeri provenienti dall’Italia, e non siamo nemmeno tanto certi che il ritorno sarà facile.

Ciononostante, il nostro lavoro di mesi è giunto a termine, le Panda sono pronte, noi siamo pronti, siamo preparati e mentalizzati per affrontare le peggiori difficoltà e per farci coinvolgere al 100% dall’avventura che abbiamo deciso di intraprendere perché la volevamo.

Tutto ciò che “rema contro” per qualcuno potrebbe essere dissuasivo, ma per noi no. Noi abbiamo deciso di partire.

Riusciranno i nostri avventurieri a portare a termine la missione, considerando che mancano solo 6 giorni al via ed è ancora tutto incerto?
Seguiteci per gli aggiornamenti.
Per ora la partenza rimane confermata per il giorno 4 marzo 2020, e avanti tutta.

Il roadbook: il nostro miglior alleato in gara.

No wifi, No Google.

In un mondo sempre più tecnologicamente avanzato e “comodo” dove grazie al GPS e ad Internet è impossibile perdersi, per una settimana Panda Raid ci allontanerà volutamente dai meccanismi della tecnologia.

La bussola (strumento inventato proprio in Marocco nel IX secolo), l’intuizione sull’attrezzatura e soprattutto il Roadbook fornito dall’organizzazione saranno gli unici strumenti che potranno essere utilizzati durante le fasi di gara.

Il Roadbook, nello specifico, è il libro di diagrammi dettagliato del percorso usato dai co-piloti per navigare attraverso i terreni sconosciuti che attraverseremo.

Così fu l’inizio delle prime spedizioni e così rimane il concetto autentico di rally-raid che non vediamo l’ora di cominciare.

Panda Night 4×4: la prima “prova ufficiale” prima della partenza.

Sabato 15 febbraio 2020 alcuni equipaggi del gruppo Panda Raid Verona affronteranno una serata a road-book!

L’evento “Panda Night 4×4”, organizzato dagli amici di Panda rally-raid team Veneto, sarà un test drive di Panda4x4 dedicato agli equipaggi in partenza per il Panda Raid o il Sahara Racing Cup, ma anche a tutti gli appassionati del mondo Panda4x4.

Il percorso di 50Km circa si dipanerà nell’Altopiano di Asiago, e sarà una simulazione di una tappa dei raid africani con tabella di marcia con controlli orari, controlli di passaggio, prova a media imposta variabile, bussola.

Seguiteci per gli aggiornamenti.

Gli equipaggi veronesi a Panda Raid 2020 – Team 32

EQUIPAGGIO 32: Eve Zanini e Orietta Braghi

Amiche e colleghe da molto tempo (entrambe sono autiste di ambulanze per Croce Verde Verona), Eve e Orietta formano il secondo equipaggio rosa della spedizione.

Ambasciatrici del progetto Lady Rally Verona, le ragazze viaggiano anche per contribuire a motivare, aiutare e sostenere le donne che sono vittime di oscenità e denigrazione.

Partecipano a Panda Raid perché (da vere combattenti) hanno voglia di mettersi in gioco affrontando la sfida con la voglia di crescere, conoscere persone e realtà diverse e soprattutto di divertirsi con la voglia di vivere appieno ogni giorno e ogni sfida.

30 giorni alla partenza

Tra 30 giorni esatti saremo in partenza.

Fervono i preparativi, e credeteci se vi diciamo che le cose da organizzare sono davvero tantissime: dalla lista degli alimenti a ciò che ci sarà necessario per campeggiare, dalle preparazioni meccaniche all’allestimento delle livree, dall’organizzazione degli eventi alla preparazione fisica.

Nulla può essere lasciato al caso, per questo stiamo studiando bene le comunicazioni tecniche che l’ente organizzatore ci sta inviando e provando mezzi e modalità di navigazione per fare in modo che tutto il prevedibile sia previsto.

Siamo carichi, insomma!